top of page

Festival L’Arca di Noa

20220619-Noa-s-Ark-Concert3-FriendsJazz-001.jpg

Torna con la sua seconda edizione L’Arca di Noa, il festival ideato nel 2022 da Noa e dal suo storico collaboratore GilDor, con il contributo della città di Arona e della Regione Piemonte e prodotto da Pompeo Benincasa (Catania Jazz), amico, agente e collaboratore di lunga data di Noa.

 

Il Festival L’Arca di Noa è parte integrante della più ampia missione della Fondazione Arca di Noa: www.noasark.foundation

L’anima del Festival risiede nella commistione di arte, cultura e scienza per promuovere valori come l’uguaglianza, la solidarietà, la curiosità, la gentilezza, l’empatia e l’unicità di tutti gli esseri viventi. Per noi de L’Arca di Noa la musica è un mezzo, un ponte, una mano tesa, una luce nell’oscurità…

 

L’obiettivo è quello di suscitare la curiosità del pubblico e creare una riflessione e una conversazione su argomenti d’interesse per tutta la comunità internazionale, cercando di portarli in primo piano attraverso la musica.

 

I biglietti per il Festival L’Arca di Noa sono inoltre offerti a un prezzo estremamente ridotto, così da rendere gli spettacoli accessibili a quante più persone possibile: https://www.diyticket.it/festivals/313/larca-di-noa-festival

20220617-Noa-s-Ark-Concert1-Polyphony-AdiBashraSheli-001_2.jpg

L’Arca di Noa 2023 programma

GIOVEDI’ 22 GIUGNO – h 21.00
INFINITE BEAUTY,
INTO
ETERNITY
MUSICA CLASSICA: MADRE, FIGLIA E UN MAGO
HILA KARNI E LIR VAGINSKY
DAVID FRAY
SPECIAL GUEST NOA

 

La nostra prima serata è dedicata alla musica classica, e si esibiranno dei giganti della musica.

 

Il desiderio di ogni compositore è quello di poter lasciare un’eredità degna di rendere omaggio alla cultura umana e il sogno di ogni esecutore è quello di essere degno di eseguire tale eredità.




 

HilaKarni.JPG

HILA KARNI

VIOLONCELLO

Hila Karni è un’incredibile violoncellista originaria di Tel Aviv acclamata a livello internazionale. È stata ospite di numerosi festival quali Schleswig-Holstein, Stresa e Ravinia.

 

Hila si è esibita in alcune delle location più prestigiose al mondo come la CarnegieHalldi NewYork, il Concertgebouwad Amsterdam, il Palais des Beaux-Arts a Brussels, la KonzerthausdiViennae la WigmoreHall a Londra.

Fra i suoi numerosi collaboratori: Guy Braunstein, Nigel

Kennedy,RalfGothoni,BernardGreenhouse, Maxim Vengerov e Noa.

LIR VAGINSKY

VIOLINO

Lir Vaginsky, figlia di Hila Karni, è una talentuosissima violinista, vincitrice dei concorsi internazionali di Ysaye, Young Paganini e Grand Prize Virtuoso.

È stata inoltre insignita del primo premio e premio

LirVaginsky2.jpg

speciale al concorso nazionale tedesco «Jugend musiziert».

Dal 2018 è borsista presso la fondazione Musikleben, in Germania. Inoltre, è membro cofondatore della rassegna concertistica “Prelude Concerts”, e rappresenta la sezione di giovani artisti di musica da camera di Berlino.

DAVID FRAY

PIANOFORTE

Descritto dal quotidiano tedesco Die Welt come "un perfetto esempio di musicista pensante" ed elogiato dal New York Times per le sue "esecuzioni musicalmente raffinate e tecnicamente eleganti", il

pianista David Fray è acclamato per le sue interpretazioni che spaziano da Bach a Boulez e per aver calcato le sale più importanti del mondo in occasione di recital e performance solistiche e cameristiche.

Ha collaborato con i più importanti direttori d’orchestra, fra cui Semyon Bychkov, Christoph Eschenbach, Paavo Järvi, Kurt Masur, Riccardo Muti, EsaPekka Salonen, and Yannick Nézet-Séguin, esibendosi con la Séguin, appearing with the Royal Concertgebouw Orchestra, Bavarian Radio Orchestra, Philharmonia Orchestra, London Philharmonic, Dresden Philharmonic, Orchestre de Paris, and Orchestre National de France. Negli Stati Uniti, ha collaborato con la Cleveland Orchestra, la Boston e la San Francisco Symphony, la New York Philharmonic, la Chicago Symphony e la Los Angeles Philharmonic. Si è esibito presso la Carnegie Hall, il Lincoln Center e il Chicago’s Symphony Center e viene regolarmente invitato presso la Konzerthaus di Vienna, il Mozarteum di Salisburgo, la Wigmore Hall di Londra e il Théâtre des Champs Elysées a Parigi.

 

Noa cita David come il musicista che ha maggiormente ispirato la sua innovativa pubblicazione «Lettere a Bach» (2019).

VENERDI’ 23 GIUGNO – h 21.00

Quien Soy? (CHI SONO IO?)
UN’INTRODUZIONE ALL’UNICA E
ORIGINALE MUSICA CATALANA E
BASCA

IñAKY SALVADOR
JUDIT NEDERMANN BAND

SPECIAL GUEST NOA

Nella serata di venerdì, che sarà anche il compleanno di Noa, presenteremo al pubblico due incredibili artisti che creano musica originale, poetica, sincera, che nasce dalle tradizioni dei loro paesi.

 

IñAKY SALVADOR

PIANOFORTE

Pianista, compositore e arrangiatore, ha preso parte
a concerti e registrazioni con i principali musicisti jazz della Spagna.
Anche il novero delle sue collaborazioni internazionali è cospicuo e
conta nomi del calibro di Allan Skidmore , Jean Toussaint, Jesse Davis,
Charles Tolliver , Alvin Queen, Ute Lemper, Noa e Lalo Schifrin
Ha tenuto concerti presso festival nazionali e internazionali come il

Jazzaldia ” di San Sebastián Donostia, il Vitoria Gasteiz and Getxofestivals , il "Madrid International Jazz Festival" e ancora in Bayonne(Francia), Bucharest (Romania), Quito and Guayaquil (Ecuador),Manizales (Colombia), Manchester (UK), Berlino (Germany), oltre adessersi esibito con composizioni proprie in un concerto perpianoforte solo a New York.Ha rilasciato più di 15 album in qualità di leader delle proprieformazioni ed è apparso in più di 100 in qualità di collaboratore conqualsiasi genere di ensemble e solisti, dalla musica classica al rockalla “ popular ”. Ha inoltre lavorato per 25 anni con il più grandeesponente della canzone basca: Mikel LaboaSalvador compone regolarmente per televisione, danza e teatro, ed èinsegnante di pianoforte jazz presso il Musikene , il Centro Superioredi Musica dei Paesi Baschi.

 

JUDIT NEDERMANN

VOCE E CHITARRA

ARNAU FIGUERES: BATTERIA E PERCUSSIONI
ISAAC COLL: BASSO DARIO BARROSO: CHITARRA
ADRI GONZALEZ: TASTIERE

Judit Neddermann è una cantante e compositrice nata a Barcellona nel 1991. H a inciso cinque album come solista e uno in collaborazione con la sorella Merxtell Neddermann .

 

Ha collaborato, di volta in volta registrando o condividendoil palco, con artisti quali Joan Manuel Serrat , Alejandro Sanz, Pedro Guerra, MARO, Noa, Jorge Drexler , Andrés
Suárez , Rozalén , Miguel Poveda , Macaco e molti Judit è l’autrice della colonna sonora originale di “When I sing , Mountain Dance”, rappresentazione basata sul
romanzo omonimo di Irene Solà . 


Judit è l’autrice della colonna sonora originale di When I sing Mountain Dance”, 

rappresentazione basata sul romanzo omonimo di Irene Solà Ha inoltre ricevuto un Max Award, un Butaca Award, due Enderrock Awards, il Miquel Martì i Premio Pol e un premio Descobertes

SABATO 24 GIUGNO h 21.00

IL CONFLITTO TROVA
ARMONIA NELLA MUSICA

MUSICA DALL’UCRAINA, IRAN E ISRAELE

 

VADIM NESELOVSKYI

SISTANAGILA

La serata di sabato ospiterà musicisti provenienti da tre paesi lacerati dal conflitto: Ucraina, Iran e Israele.

VADIM NESELOVSKYI

PIANOFORTE

 

Il pianista e compositore jazz Vadim Neselovskyi ,
originario dell’Ucraina, arricchisce il palco del nostro
festival incantando il pubblico con la sua musica che
fonde influenze classiche e jazz.


Laureato alla prestigiosa scuola di musica Berklee e al
Thelonious Monk Institute, Vadim ha collaborato con
artisti quali il vibrafonista Gary Burton e il compositore
d’avanguardia John Zorn.


Con una vasta gamma di collaborazioni, un esteso
repertorio di composizioni e una presenza accattivante,

Vadim Neselovskyi ci condurrà in un affascinanteviaggio musicale che trascende i confini e risuona conl’anima. Vadim eseguirà «Odessa», un progetto con cui sicollega nel profondo alle sue radici ucraine.

 

SISTANAGILA

Yuval Halpern: Voce
Hemad Mansouri: Chitarra
Francesco B
eccaro: Basso
Omri Abramov: Sax
Jawad Salkhordeh: Percussioni

Sistanagila sono una band iraniano israeliana con sede a Berlino. I membri della band sperimentano le loro tradizioni e i loro confini musicali, e il risultato è una colorata palette di stili, dall’acustico all’elettronica, dal folk alla classica, dal jazz all’ambient. Radicata nella musica persiana ed ebraica, la band arrangia canzoni e melodie provenienti dalle proprie terre d’origine, così come elabora composizioni del tutto originali e intriganti.


Il loro nuovo album, “Bazaar”, uscirà il prossimo autunno per la rinnovata etichetta Dreyer Gaido.
I
Sistanagila sono prodotti dal prodigioso sassofonista e EWI israeliano Omri Abramov Hanno suonato in alcuni dei più importanti teatri in Germania e nel resto dell’Europa Il Festival

 

L’Arca di Noa è orgoglioso di poter presentare i Sistanagila al pubblico italiano per la prima volta

 

DOMENICA 25 GIUGNO h 21.00

JAZZ, NOA, E PORTE APERTE

IL JAZZ COME ESPRESSIONE

 

DI LIBERTA’ E SPERANZA!

ANTONIO FARAO TRIO

NOA e GIL DOR ENSEMBLE

 

SPECIAL GUEST OMRI MOR

 

Nella serata conclusiva, manderemo la colomba a cercare il ramoscello d’ulivo! Questo senso di libertà, casa, creatività e bellezza è incarnato nel jazz e dallo
spirito della composizione estemporanea, dell’improvvisazione, degli scambi culturali, dell’energia positiva e dell’eccellenza musicale.

ANTONIO FARAO

PIANOFORTE

YURI Goloubev: Double Basso
Vladimir Kostadinovic: Percussioni

Nei suoi quarant'anni di carriera, il pianista
jazz Antonio Faraò, di origine romana, ha collaborato con artisti di fama mondiale, tra cui Jack DeJohnette , Joe Lovano,Bireli

Lagrène , Chris Potter, Benny Golson ...e molti altri. 

Il suo stile è inconfondibile : una brillantezza Tecnica con un impetuosa carica emotiva, una notevole vena compositiva e un travolgente senso ritmico. E' stato invitato diverse volte da Herbie Hancock per partecipare all’ International Jazz Day evento mondiale del jazz
organizzato dall’Unesco edalle Nazioni Unite assieme a Brandford Marsalis, Kurt Elling , Wayne Shorter, Marcus Miller, Al Jarreau...e molti altri.


"Antonio non è solo un bravo pianista, è eccellente»-
Herbie Hancock

NOA and

GIL DOR

ENSEMBLE

Omri Abramov: EWI e Esax
Gadi Seri: Percussioni
Special Guest Omri Mor: Pianoforte

20220619-Noa-s-Ark-Concert3-FriendsJazz-064.jpg

Noa E Gil Dor will celebreranno la chiusura della seconda Edizione del Festival Noa’s Ark offrendo un eccitante spettacolo che comprende alcuni dei più grandi successi di Noa, improvvisazioni, variazioni e il
coinvolgimento del pubblico.


Il concerto ospiterà anche le magiche composizioni del
prodigio pianistico Omri Mor, d’origine israeliana ,
pianista, compositore e arrangiatore il cui stile spazia
dalla classica al jazz alla musica arabo andalusa.
Questa serata segnerà il debutto di questa
collaborazione unica fra Noa, Dor , Abramov, Seri e Omri Mor. La libertà musicale e lo spirito di questa serata, insieme all’incredibile esibizione di Omri, costituiscono il finale perfetto per il Festival Arca di Noa 2023!

Side picture: Omri Mor

OmriMor.jpg
bottom of page